DOVE SI TROVA TARTUFIA ?

In Abruzzo, regione dell’Italia abbracciata ad ovest dai monti dell’Appennino Abruzzese e bagnata ad est dal mar Adriatico,

nella zona interna della media Valle dell’Aterno, a circa 100 km da Roma,

sorge Fagnano Alto (In latino, Aufenginumun) insieme di piccoli borghi i cui i primi insediamenti sono documentati tra il 300 e il 400 a.C., ma le prime testimonianze archeologiche risalgono al 1300 a.C.

La zona, compresa entro i confini del Parco Regionale Sirente-Velino, presenta una straordinaria biodiversità in termini di vegetazione, dovuta alla molteplicità di ambienti che caratterizzano il territorio, alla geomorfologia estremamente varia e al forte gradiente altitudinale, compreso tra i 600 m s.l.m. della zona nei pressi del fiume Aterno, fino alle aree di alta quota che culminano con il monte Sirente (2343 m), passando attraverso i piani carsici e i boschi dei versanti.

L’economia di sussistenza della zona è per secoli derivata dallo sfruttamento dei sistemi ambientali da parte della popolazione che da sempre ha coltivato terre e accudito pascoli.

Florida è infatti la raccolta del tartufo Nero D’Abruzzo, per l’esistenza di estesi boschi di querce (roverella) produttrici del ricercato prodotto.

Il territorio di Fagnano, infatti, è posto al centro dell’area tartufigena più antica della conca aquilana e le specie che vi crescono sono il tartufo nero pregiato e il tartufo nero estivo.

Ad oggi, il tartufo di Fagnano è molto ricercato dai maggiori distributori in tutta Italia per il suo profumo inconfondibile, il suo sapore sopraffino e il suo alto valore culinario!

 

BIBLIOGRAFIA

Barbara Di Vincenzo, 2018. Aufenginum: Emergenze storico-architettoniche nel Comune di Fagnano Alto.

La mia filosofia di mangiare cibo sano è sempre stata legata al fatto di godere di tutto in modo equilibrato e sano

JAMIE OLIVER